MegaTokyo - rilassati, t1 capiamo - linguaggio fine

  • English
  • Deutsch
  • Italiano
  • Français
  • Nederlands
  • Suomi
  • Polski
  • Norsk
  • Interlingua
  • Srpski
  • Español
  • Português (Brasil)

“linguaggio fine”
tavola #779: linguaggio fine

storyboard

clicca per espandere ==== vignetta #1
Erika Hayasaka: <OK, non vi affollate, posso farne solo uno alla volta.>
fanboy: <Puoi firmare un pacco di cose per il mio club?>
Erika Hayasaka: <Ah..>
fanboy: <Farai un concerto per il ritorno??>
fanboy: <Pensi che firmerebbe il costume della mia bambolina?>
==== vignetta #2
fanboy: <Ehi, hai avuto il tuo autografo! Muoviti!>
fanboy: <Hayasaka-sama!>
fanboy: <Hayasaka-sama!>
==== vignetta #3
fanboy: <No! Voglio guardarla ancora un po'!>
==== vignetta #4
Yuki Sonoda: <Uuaiih…>
Yuki Sonoda: <Questo non sta uscendo proprio!>
==== vignetta #5
Piro: <Gli occhi non sono giusti per l'espressione che sembri volergli dare.>
Piro: <Non avere mai paura di cancellare e ridisegnare le cose. Aggiungere dettagli a degli occhi che sono della forma sbagliata o nel posto sbagliato sulla faccia non li renderà migliori.>
==== vignetta #6
Piro: <Il volto umano ha il suo fine linguaggio per comunicare le emozioni, ed è un linguaggio che capiamo tutti. Siamo tutti molto sensibili a riguardo.>
==== vignetta #7
Piro: <Le persone noteranno persino il cambiamento più leggero sul volto di una persona, anche se quella persona è un disegno…>
Piro: <Vedi?>
==== vignetta #8
Yuki Sonoda: <Lei sta… piangendo?>
Piro: <No, ma possiamo farla piangere se vuoi. È abbastanza semplice.>

console

<lapo>

“Outback”

Lunedì 2006-06-12

Sì, sono tempestivo come al solito.
A partire dalle 19:30 di martedì 13 giugno 2006, all'Outback di via Carlo Tenca 10 a Milano, si svolgerà l'inaugurazione di una piccola mostra di tavole di fumetti online che fanno parte del 'circuito' Nuvole Elettriche.
Saranno presenti anche molti autori in carne e ossa e potrete avere simpatici disegnini autografati e quelle cose tipiche di quando un autore è circondato da fan sbavanti. Questo ovviamente non da parte nostra perché, come ben sapete, noi traduciamo, non disegniamo.
E Piro ha detto che domani sera proprio non faceva in tempo a farsi 9 ore di aereo per fare un salto a bersi una birra. Peccato.
A domani sera!

<Kn03>

“Spiegazioni”

Sabato 2006-07-01

Immagino che non avrete cpaito perché Largo dice al Junko : "Perché lo hai colpito e chiamato 'Maiale' ", dato che Junko tre tavole prima gli aveva urlato contro "chikan", dovete sapere che "chikan" suona come "chicken"(pollo) sentito da un americano/anglofono, e significa pressappoco il nostro spregiativo "maiale" detto a uno che importuna le ragazze.
Il problema qui è che Largo non capisce il giapponese, ma per rendervi cosa avrebbe potuto capire lui vi abbiamo messo il senso italiano.
Tra l'altro chikan in giapponese è un termine (effettivamente derivato dall'inglese chicken) che è stato concettualizzato, ovvero gli è stato assegnato un valore non proprio della lingua di origine, infatti per loro indica le persone(molestatori) che sui treni in metropolitana fanno la mano morta sul sedere delle ragazze e giovani donne.
Tutte queste informazioni le abbiamo reperite grazie a un utile feedback di War3333, nostro assiduo lettore che voglio ringraziare in questo rant, di seguito il link passatoci, andategli a dare un'occhiata se volete capirci di più, è molto esplicativo:
http://www.nipponico.com/dizionario/c/chikan.php

Saludos et manos a todos.