• English
  • Deutsch
  • Italiano
  • Français
  • Nederlands
  • Suomi
  • Polski
  • Norsk
  • Interlingua
  • Srpski
  • Español
  • Português (Brasil)
“le ragazze vere non hanno la sicurezza”
tavola #861: le ragazze vere non hanno la sicurezza

storyboard

clicca per espandere ==== vignetta #1
fanboy: <Vedete? Ne ha disabilitata un'altra.>
fanboy: <Sa esattamente cosa cercare.>
fanboy: <È la sua guardia del corpo?>
Piro: <Scusi! Scusi!>
fanboy: <Ehi!>
==== vignetta #2
fanboy: <No, non è della sicurezza.>
fanboy: <La vera sicurezza non avrebbe mai permesso questo tipo di accesso.>
==== vignetta #3
fanboy: <Nanasawa-san lavora come una vera cameriera. Non vuole recitare per noi. Vuole essere vera per noi.>
fanboy: <Le ragazze vere non hanno bisogno di sicurezza.>
==== vignetta #4
fanboy: <Allora lui chi è?>
==== vignetta #5
fanboy: <Un fan.>
fanboy: <Un fan che sta cercando di "proteggerla" e fa finta di essere meglio di tutti noi altri.>
fanboy: <Un fan che la metterà contro di noi per poter soddisfare i suoi desideri egoistici.>
==== vignetta #6
fanboy: <Noi non dobbiamo permettere che ciò accada.>
fanboy: <Nanasawa-san appartiene a tutti noi.>
==== vignetta #7
Kimiko Nanasawa: <Ciao! Scusatemi!! Non ho dimenticato! Torno subito con la vostra salsa extra!>
fanboy: <Va bene.>
fanboy: <Fai con comodo.>
fanboy: <Grazie.>
fanboy: <Non abbiamo fretta.>
==== vignetta #9
fanboy: <Muto? Kuro.>
fanboy: <Siete nel separé di fianco a noi.>
fanboy: <Vi devo chiedere un favore.>

box delle news

console

<lapo>

“Connichi 2006”

Martedì 2006-09-12

Con il mio solito tempismo (scusaaaate) vi comunico che questo week-end Fred (aka Piro, l'autore, ignoranti!) sarà in Germania, nella ridente città di Kassel, invitato dalla fiera del fumetto Connichi.
Sabato pomeriggio e domenica mattina, ci sarò anch'io!

<Kn03>

“Altre spiegazioni”

Mercoledì 2006-09-20

Oggi lezione di italiano, per coloro che non lo conoscono, esaminiamo il verbo "crogiolarsi".
Verbo riflessivo, prime forme dell'indicativo presente singolare: "io mi crogiolo, tu ti crogioli, egli si crogiola", questo verbo indica l'attività mentale o fisica di una persona che tende ad apprezzare il rimanere in una determinata situazione, non sempre positiva per lei, il che nell'ultimo caso è un segno di masochismo, tra gli esempi: "Mi piace crogiolarmi al sole" indicante l'attività dei bagnanti che adorano prendere la tintarella; "Anche se non gli piace, preferisce crogiololarsi nella situazione piuttosto che affrontarla" che è il caso di Erika, e indica coloro che nonostante siano in una situazione da loro stessi ritenuta negativa, preferiscono piagnucolare e deprimersi piuttosto che affrontare il problema.

La "lezione" termina qui, buona giornata :P